La coraggiosa e talentuosa giornalista Federica Angeli si è aggiudicata il Premio Piersanti Mattarella 2018 con il libro “A mano disarmata” (Baldini + Castoldi)

Federica Angeli (Roma 1975) è cronista di nera e giudiziaria e scrive da molti anni per La Repubblica. Dal 2013 vive sotto scorta dopo le minacce subite dai clan mafiosi di Ostia da lei denunciati.

Il libro “A mano disarmata” di Federica Angeli si aggiudica la IV edizione del Premio Piersanti Mattarella 2018

Guardare la mafia negli occhi” di Elia Minari (edito da Rizzoli) si è aggiudicato il secondo posto al Premio Piersanti Mattarella 2018.

Un’inchiesta ricca di pathos e coraggio. Un resoconto lucido e allarmante realizzato da un ventenne sullo strapotere delle cosche calabresi in Nord Italia.

“Guardare la mafia negli occhi” di Elia Minari II classificato alla IV Edizione del Premio Piersanti Mattarella 2018

Pubblicato in: premio 2018, premio letterario piersanti mattarella

Premio Piersanti Mattarella – I finalisti

La giuria del Premio Piersanti Mattarella ha decretato le migliori opere risultate finaliste dell’edizione 2018.

La finale e la premiazione avranno luogo a Palermo, il prossimo 24 Novembre alle ore 16,00, presso Sala Mattarella, Palazzo dei Normanni.

FINALISTI

Lucia Andreano: “A mani nude” (duetredue editore)

Federica Angeli: “A mano disarmata” (Baldini & Castoldi)

Giuseppe Baldessarro: “Questione di rispetto” (Rubbettino Editore)

Giandomenico Belliotti: “Un sacrificio da non dimenticare” (articolo giornalistico dal periodico Il Finanziere)

Marco Benedettelli: “Chi brucia. Nel Mediterraneo sulle tracce degli harraga” (Vydia Editore)

Antonio Cannone: “Il caso Aversa tra rivelazioni e misteri” (Falco Editore)

Franco Casadidio: “L’impronta del diavolo” (Morphema editrice)

Franco Carollo: “Nove in un carretto” (Spazio cultura)

Asmae Dachan: “Il silenzio del mare” (Castelvecchieditore)

Paolo De Angelis: “Legittima offesa” (La Caravella editrice)

Flavia Filippi: “Arresto dell’ex guru delle staminali Davide Vannoni”

Pierangela Fleri: “I nostri passi” (Il Convivio Editore)

Emanuele Insinna: “Perrafennula” (Thule edizioni)

Bruno La Rosa: “Doppio binario” (Alessandro Polidaro Editore)

Filomena Martire: “Mamma ‘ndrangheta”

Elia Minari: “Guardare la mafia negli occhi” (Rizzoli)

E. Musolino, N. Rubino, A. Spagnuolo: “La storia degli affetti” (Edizioni TEKE)

Francesca Cinzia Nazzareno: “Lo scarabocchio” (Bonfirraro Editore)

Angela Nicoletti: “Quando le mafie si combattono a colpi di zappa” (articolo-inchiesta)

Rosanna Rivas: “Urlo rosa”

Riccardo Tessarini: “Stato d’abbandono” (Minerva edizioni)